Progetti di ricerca

CasaClima - partner nella ricerca

L’Agenzia per l’Energia Alto Adige – CasaClima partecipa ad una serie di progetti di ricerca regionali e internazionali. Così l’Agenzia promuove il transfer di sapere ed approfitta delle novità scientifiche attuali nel settore energetico.
 
I partner di progetto dell’Agenzia sono istituzioni pubbliche, istituti di ricerca privati e statali e attori privati.
 

Progetti in corso

AlpGov 2

AlpGov 2 è un progetto che nasce con lo scopo di proporre un nuovo modello di governance migliorativo nell’ambito della strategia europea delle Regioni Alpine, facendo tesoro dell’eredità dei risultati raccolti dall’esperienza precedente.

L’Agenzia per l’Energia Alto Adige – CasaClima, in funzione del proprio ruolo di leader del Gruppo d’Azione 9 di EUSALP, è partner di progetto e responsabile del Work Package 2.

Oltre a CasaClima, i partner nel progetto AlpGov 2 sono i seguenti:
  • Regione Lombardia (capofila del progetto)
  • Région Auvergne-Rhône-Alpes
  • Provincia Autonoma di Trento
  • Amt der Tiroler Landesregierung - Sachgebiet Verkehrsplanung
  • Région Sud-Provence-Alpes -Côte d’Azur
  • Regione Autonoma Valle d’Aosta
  • Amt der Kärntner Landesregierung 
  • Permanent Secretariat of the Alpine Convention
  • Zavod Republike Slovenije za varstvo narave
  • Bayerisches Staatsministerium für Umwelt und Verbraucherschutz
  • Bundesministerium für Nachhaltigkeit und Tourismus
  • Auvergne Rhône-Alpes Energie Environnement 
  • Commissariat général à l’égalité des territoires
  • Schweizerische Arbeitsgemeinschaft für die Berggebiete SAB

AlpGov 2, progetto proposto nell’ambito della Presidenza italiana EUSALP, si inserisce nel programma "Interreg Alpine Space”, ha una durata di 30 mesi - dal 1gennaio 2020 al 30 giugno 2022 ed una dotazione economica di investimento complessiva di € 3.003.076,80 di cui € 2.399.615,28 di co finanziamento europeo FESR.
Per approfondimenti visita i siti:

https://www.alpine-region.eu/
https://www.alpine-space.eu/projects/alpgov/en/home

 
Logo Projekt Alpgov
EUSALP: Strategia alpina macroregionale

La strategia alpina macroregionale EUSALP promuove la collaborazione transfrontaliera tra le regioni e gli stati dell’arco alpino. EUSALP sostiene il dialogo interregionale per affrontare le sfide comuni nelle Alpi in modo coordinato. L’Agenzia per l’Energia Alto Adige – CasaClima coordina il gruppo d’azione 9 “efficienza energetica ed energie rinnovabili”.

Ulteriori informazioni
www.alpine-region.eu
 
Logo EUSALP
SINFONIA

Il progetto SINFONIA persegue l’obiettivo di implementare una moltitudine di iniziative energetiche integrate e replicabili in altre città di medie dimensioni in Europa. Nucleo del progetto è la collaborazione tra le città di Bolzano e Innsbruck, che insieme si pongo l’obiettivo di ridurre del 40-50% il consumo di energia primaria e di aumentare del 20% l’utilizzo di energia da fonti rinnovabili.

Ulteriori informazioni
www.sinfonia-smartcities.eu
 
Logo Projekt Sinfonia
Logo TUNE
E2I@NOI - un progetto di ricerca FESR
Eurac Research, Libera Università di Bolzano e Agenzia Casa Clima hanno avviato il nuovo progetto “E2I@NOI”, sostenuto dal Programma Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) della Provincia autonoma di Bolzano-Alto Adige, per un totale di Euro 934.572,18, finanziati al 100%. Il progetto mette al centro gli attori del NOI TechPark, i cui laboratori verranno utilizzati per sviluppare tecnologie per “Edifici Energeticamente Intelligenti” e trasferire sul territorio provinciale la conoscenza sviluppata dai vari partner. Il progetto ha durata triennale, ha avuto inizio lo scorso 1 luglio 2018 e si concluderà l’1 luglio 2021.

Con la recente pubblicazione della direttiva UE 2018/844, i sistemi intelligenti trovano un posto rilevante nell’efficienza energetica. Seguendo questa tematica, il progetto “E2I@NOI” si occuperà di sviluppare infrastrutture e competenze capaci di analizzare le interazioni tra i) comfort, ii) comportamento degli occupanti e iii) efficienza energetica, dando origine alla prestazione d’insieme di un edifico energeticamente intelligente.

Il trasferimento tecnologico avverrà tramite l’apertura dei laboratori al tessuto economico locale ed il coinvolgimento delle associazioni di settore (CasaClima, APA-LVH, CNA e Assoimprenditori). È prevista la definizione di un corso universitario da parte della Libera Università di Bolzano e di corsi di alta formazione per professionisti da parte dell’Agenzia CasaClima comprendenti attività pratica di laboratorio, grazie all’expertise di Eurac Research. Il progetto prevede inoltre il contributo di esperti in scienze cognitive per la definizione di indicatori ed interfacce di comunicazione delle prestazioni per utenti e professionisti, utili all’integrazione in applicazioni per dispositivi mobili e in software BIM.
I finanziamenti disponibili saranno utilizzati per l’ampliamento dell’infrastruttura di ricerca di Eurac e Libera Università di Bolzano:
  • Completamento del laboratorio Heat Pumps Lab “HPL” (Eurac) per la valutazione della prestazione degli impianti di riscaldamento e raffrescamento. Attualmente il laboratorio è composto da una camera climatica (10m x 5.7m x 6m) e da un calorimetro (4.3m x 3.8m x 3.9m). Nell’ambito del progetto, verrà realizzato un secondo calorimetro per la prova di pompe di calore Aria/Aria. In questo laboratorio verranno offerti anche i corsi di formazione.
  • Nuovi laboratori acustici con camere riverberanti (Libera università di Bolzano) per la valutazione del rumore generato dagli impianti di generazione e distribuzione. I laboratori di prova avranno un’area di circa 200 m2 in pianta e permetteranno di caratterizzare il suono fino a basse frequenze.
  • Realizzazione di prototipi di impianto e facciate da utilizzare nei corsi di formazione.
  • Progetto e realizzazione di schede di acquisizione dati, sistemi di misura e di attuazione da utilizzare in combinazione con l’infrastruttura di laboratorio, al fine di ottimizzare i flussi energetici nei prototipi di involucro e negli impianti di generazione di calore
Interreg Logo
TUNE: Competenze energetiche senza confini

I Comuni sono al centro della discussione sulla protezione del clima: all’interno di questo processo molti di essi sia in Italia che in Austria si sono dotati di strumenti di contabilità energetica per monitorare i loro consumi. I sistemi adottati però non sono uniformi e la confrontabilità non è né immediata né semplice. ll progetto TUNE vuole essere un valido supporto per le amministrazioni locali che già lavorano in questo ambito. Gli obiettivi che il progetto si prefigge sono principalmente due: da una parte quello di fornire ai dipendenti degli enti locali nuove competenze e dall'altra quello di permettere alle amministrazioni comunali di confrontare le loro performance energetiche a livello transfrontaliero. Questo porterà a una gestione energetica più efficiente ed armonizzata e permetterà una migliore pianificazione degli investimenti: Comuni più consapevoli dei loro consumi e con personale più competente potranno dialogare efficacemente col mercato europeo attraverso strumenti di contrattazione energetica innovativi quali i contratti a prestazione energetica garantita e le partnership pubblico private. Le barriere linguistiche e culturali, da sempre un problema per l’armonizzazione e per la confrontabilità, verranno superate attraverso i corsi di formazione e gli eventi comuni che permetteranno di condividere le risorse e di stringere rapporti di collaborazione in una logica di rete transfrontaliera.

Ulteriori informazioni
Interreg Logo
CoME EASY

Il progetto CoME EASY ha come obiettivo la sincronizzazione degli strumenti di certificazione EEA con altre iniziative UE sulle politiche energetiche e climatiche come il Patto dei Sindaci per accompagnare un numero sempre maggiore di comuni nelle loro performance al 2030.

Il progetto CoME EASY non mira a sviluppare una nuova iniziativa, ma ad elaborare un elemento di sintesi, semplificazione e rafforzamento per collegare con successo le iniziative già esistenti al fine di:
  • facilitare il capacity building e il benchmarking, fornendo materiali e supporto formativo, raccolta di buone pratiche e KPIs (key-performance indicators) di riferimento;
  • supportare le amministrazioni locali nel loro ambizioso percorso verso gli obiettivi fissati dall´Unione Europea,
  • facilitare la partecipazione delle amministrazioni pubbliche a molteplici iniziative, consentendo loro di elaborare e monitorare i loro piani d'azione per l'energia e il clima/ SECAPs in modo più semplice e strutturato
Ulteriori informazioni
QAES

Il progetto QAES punta a sviluppare la cultura tecnica per il miglioramento della qualità dell´aria (IAQ) nelle scuole, una problematica riscontrabile in molti edifici scolastici esistenti e con impatti sia sulla salute che sulla capacità di apprendimento degli studenti.
Il progetto prevede lo sviluppo di un approccio metodologico per classificare, progettare, realizzare, misurare e gestire le condizioni di qualità dell´aria interna mediante la sperimentazione di soluzioni tecnologiche a basso impatto architettonico in cooperazione con imprese dell´area di progetto (Alto Adige e Ticino). Grazie alla collaborazione transfrontaliera sarà possibile analizzare e confrontare realtà diverse per acquisire conoscenze finalizzate al miglioramento del know-how tecnico e allo sviluppo normativo ed economico di questo settore.

Ulteriori informazioni
www.qaes.it
 

Progetti chiusi

BRICKS

Sotto la guida dell’Agenzia Nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo sostenibile si stanno elaborando requisiti minimi per proposte formative nel settore edilizio – con particolare riguardo all’efficienza energetica e alle energie rinnovabili, i cui partecipanti dovrebbero acquisire competenze riconosciute su tutto il territorio nazionale.

Ulteriori informazioni
www.bricks.enea.it


 
Logo BRICKS
Efficienza energetica e tutela del clima nell'arco alpino

Il progetto efficienza energetica e tutela del clima nello spazio alpino realizza uno studio comparativo tra strategie energetiche regionali nei territori dell’Arge Alp.
Efficienza energetica e tutela del clima nell'arco alpino
OK I Cookies ci consentono di offrire il nostro migliore servizio. Continuando la navigazione nel sito, lei accetta l’uso dei cookies. Maggiori Informazioni