News

News Progetto CoME EASY

CoME EASY
Focus su uno strumento del pacchetto di supporto CoME EASY: il calcolatore di mitigazione
Il calcolatore di mitigazione (Mitigation Calculator) è uno strumento che permette di pianificare i propri obiettivi di riduzione energetica, di abbozzare il proprio piano per ridurre energia ed emissioni o semplicemente stimare l'effetto di un'azione di mitigazione o di una serie di azioni. Il tool di mitigazione è stato progettato con particolare attenzione alle limitate risorse dei decisori e alla loro necessità di identificare rapidamente i potenziali di riduzione. Per ogni misura/azione esso fornisce stime di massima dei
  • risparmi energetici,
  • risparmi di emissioni di CO2,
  • produzione di RES,
  • nonché dei costi di investimento, rispettivamente i costi per ogni quantità di energia ridotta (ad esempio, €/MWh).
Questo permette agli amministratori di confrontare velocemente i diversi interventi di mitigazione e valutarne l’idoneità per le esigenze locali. Gli interventi sono raggruppati per categorie di azione chiave applicabile (edifici comunali, illuminazione pubblica, ecc.) secondo il PAESC (Piano d'azione per l'energia sostenibile e il clima) del Patto dei Sindaci. I possibili risparmi sono stimati dai dati forniti nell'inventario di base delle emissioni SECAP (BEI). I parametri standardizzati sono forniti dallo strumento o possono essere adattati alle condizioni locali da utenti esperti.
I risultati supportano i calcoli necessari per compilare il foglio delle "Azioni di mitigazione" nel quadro del PAESC. L'obiettivo dello strumento di mitigazione è quello di fornire un aiuto durante la fase di pianificazione delle azioni locali per l'energia e il clima. Esso permette di percepire meglio gli effetti dell´azione e la sua influenza sul consumo energetico di un comune e i costi delle possibili azioni di mitigazione. Infine, lo strumento permette di confrontare gli effetti e i costi delle diverse azioni e di metterli in relazione tra loro, facilitando così la definizione delle priorità. Lo strumento non sostituisce la pianificazione di dettaglio dei singoli interventi.
 
Sondaggio sul futuro del Covenant of Mayors – Europe
Il 2020 si configura come un’annata particolare per l’Europa. Si tratta in effetti di un momento chiave in quanto l'UE dovrebbe valutare se siamo sulla buona strada per raggiungere l'obiettivo di riduzione del 20% delle emissioni di gas serra fissato per il 2020 oltre dieci anni fa. Per proseguire su questa strada, la Commissione Europea ha recentemente adottato l'European Green Deal, un'ambiziosa tabella di marcia che mira ad aumentare i nostri obiettivi climatici comuni per il 2030 e ad aprire la strada ad un'”Europa neutrale dal punto di vista climatico" entro il 2050. Oggi la pandemia COVID-19 ci sta colpendo tutti. Le città e le regioni sono in prima linea nella lotta contro il virus e devono ripensare le loro economie, le infrastrutture e i sistemi di risposta, accelerando la transizione verso l'energia pulita e la neutralità climatica.
In questo periodo delicato, il Covenant of Mayors conduce un'indagine che mira a raccogliere le opinioni degli enti locali e regionali sul futuro dell'iniziativa, indipendentemente dal fatto che essi siano già coinvolti nel Covenant of Mayors - Europe o meno. La compilazione di questo sondaggio dovrebbe richiedere meno di 15 minuti. Il sondaggio è disponibile all'indirizzo https://ec.europa.eu/eusurvey/runner/CoM-EuropeSurvey2020
 
 
Impariamo dalla crisi COVID-19 e sfruttiamo l´attuale potenziale per accelerare un'azione efficace in materia di energia e clima
Senza dubbio COVID-19 ha scatenato una crisi globale che minaccia la salute e la vita delle persone in tutto il mondo, destabilizza le economie e pone tutti di fronte a paure esistenziali, insicurezza e a molte conseguenze sostanziali e di vasta portata. Si tratta di una sfida senza precedenti che richiede ai decisori politici internazionali, nazionali, regionali e locali di prendere decisioni proattive, sagge ed efficaci per limitare i danni potenziali e sostenere misure appropriate per rimettere il mondo, scivolato fuori dal binario, sulla buona strada. Nonostante tutti gli effetti negativi della crisi COVID-19, esiste comunque un potenziale per rafforzare e accelerare il cambiamento positivo e l'innovazione che sono urgentemente necessari per evitare che il mondo sprofondi in un'ulteriore e ancora più minacciosa crisi globale, cioè quella dovuta al cambiamento climatico con le sue drammatiche conseguenze.

Il potenziale della crisi
Le misure di contenimento globale per arrestare la diffusione del coronavirus hanno reso necessario la modifica delle routine e delle procedure abituali e costretto ad adattarsi alle circostanze insolite. Questa necessità di adattamento rapido ha influito sul comportamento degli individui, ma anche su quello delle aziende, delle organizzazioni e dei governi. La crisi ha creato un ambiente che ha sconvolto le politiche e le norme sociali abituali, ha indebolito i confini forti e duraturi e ha richiesto una maggior flessibilità di schemi precedentemente fissati. Mentre in circostanze normali la volontà di cambiare e di intraprendere nuove strade deve essere considerata limitata, questo momento di crisi ha cambiato radicalmente le dinamiche: ha mostrato ciò che conta davvero e ha portato ognuno a prendersi la responsabilità di contribuire al proprio benessere e a quello dei suoi concittadini. Le modifiche che ne sono derivate mostrano già effetti positivi e lasciano intravedere i possibili impatti dell'impegno globale per la mitigazione del cambiamento climatico.

Ottenere il supporto di CoME EASY per sfruttare le opportunità attuali
Trasformiamo questa crisi in un'opportunità e sfruttiamo l'attuale enorme potenziale di cambiamento per accelerare la lotta contro il riscaldamento globale. CoME EASY sostiene le autorità locali nel cogliere questa opportunità per l'attuazione di efficaci politiche energetiche e climatiche per contribuire a uno sviluppo globale più sostenibile. Gli esempi che seguono mostrano le buone e proattive risposte delle autorità locali a COVID-19.
 
Buoni esempi di risposte rapide e proattive delle città europee alla situazione di emergenza da COVID-19
 
La risposta di Firenze alla pandemia COVID-19
Molte città dell'Unione Europea come Firenze si trovano ora ad affrontare un'emergenza sociale ed economica a causa della pandemia COVID-19, ma sono allo stesso tempo in una posizione chiave per una ripresa sostenibile e verde in Europa. Dario Nardella, il sindaco di Firenze, pensa che da questa crisi potrebbe nascere anche un'opportunità: "Non è solo tempo di aiuti d'emergenza. È anche il momento di ripensare le cose per ricostruire meglio". Invece di spegnere le luci nella mia città, a causa dei costi finanziari della crisi, voglio che siano le città ad illuminare il cammino".
Come Firenze sta procedendo nel configurare la “nuova normalità” come un nuovo inizio? La città sta adattando le sue strategie alle nuove sfide tenendo conto anche degli impatti esterni delle politiche pubbliche. Ad esempio, per quanto riguarda la mobilità sostenibile, come descritto in un recente webinar (https://replicate-project.eu/wp-content/uploads/2020/06/Webinar-Response-to-Covid19_FLORENCE_FINAL.pdf ). Firenze ha sfruttato la sua sala di controllo Smart City per supportare la gestione sostenibile della città nelle diverse fasi di emergenza: dall'analisi degli impatti del blocco al traffico sulla qualità dell'aria fino alle previsioni sulla mobilità nella terza fase, che supporterà le aziende nelle loro scelte di orario flessibile il prossimo autunno. Parallelamente, accanto alle infrastrutture esistenti e all'ottimizzazione del trasporto pubblico, saranno appaltate ulteriori flotte di car & bike sharing (tradizionali ed elettriche) e saranno testate nuove piste ciclabili con piani di emergenza da integrare nella rete.
 
Le nuove Apps sulle scelte di mobilità (IF - Infomobilità Firenze), sui comportamenti sostenibili (Goal green) e sulla gestione del turismo (Feel Florence) sono state adattate e promosse nell'ultimo periodo.
Sono stati offerti spazi pubblici gratuiti a bar e ristoranti e aree verdi arricchite con nuovi alberi (parzialmente donati dai cittadini) mentre è in fase di sviluppo un nuovo piano di partecipazione per gli spazi verdi e i parchi.
Sono stati attivati dei crowdfunding per sostenere le persone in difficoltà ed è in atto un ulteriore sostegno finanziario al programma nazionale di incentivi, anche attraverso accordi con istituzioni finanziarie e fornitori di tecnologia o sconti fiscali, per sostenere l'efficienza energetica e il comfort abitativo. È in fase di sviluppo un piano co-creato per dare impulso alla rinascita della città: i feedback e le idee sono raccolti sul sito www.comune.fi.it/rinascefirenze.
 
Nonostante la crisi, gli obiettivi di sostenibilità della città non sono cambiati, ma sono diventati ancora più ambiziosi. Per il Sindaco "le città devono migliorare la cooperazione esistente a livello transfrontaliero in tutta Europa, imparare l'una dall'altra e condividere le migliori pratiche che ispirano le politiche nazionali ed europee per diventare più resilienti e attuare una ripresa sostenibile e verde".
 
La consegna con biciclette della città svizzera di Wil è stata lanciata in anticipo per sostenere le imprese e i cittadini durante la situazione di emergenza COVID-19
 
A causa della pandemia COVID-19 e della conseguente chiusura temporanea di negozi e ristoranti in una moltitudine di paesi in tutto il mondo, molte aziende stanno attualmente lottando per sopravvivere. Anche dopo un iniziale allentamento delle restrizioni, molti cittadini continuano a stare lontani dai negozi riaperti. Questo pone due sfide fondamentali, ovvero la precaria situazione economica di molte imprese e la sfida per i cittadini di provvedere a sè stessi senza entrare fisicamente nei negozi.
 
La città svizzera di Wil ha trovato una soluzione che sostiene l'economia locale e allo stesso tempo aiuta i cittadini che non vogliono esporsi al rischio di contagio ancora esistente offrendo un servizio di consegna con biciclette per i negozi locali e coprendo attualmente i due terzi dei costi di consegna. I clienti possono effettuare i loro ordini per telefono, per e-mail o in un negozio online e i negozi possono fare l'interessante offerta di consegnare la merce ordinata in bicicletta. Questa risposta ecologica all'attuale emergenza mira anche a ridurre il trasporto privato motorizzato e quindi a mitigare il cambiamento climatico.
 
Questo aspetto di protezione del clima del servizio di consegna con biciclette è stato una delle principali motivazioni del progetto, avviato prima dello scoppio della pandemia globale e originariamente previsto per l'anno prossimo.
 
In futuro, un'app sarà il cuore del servizio di consegna con biciclette della città: i clienti consegneranno i loro bagagli al negozio e attiveranno la consegna direttamente tramite l'app. Anche dopo che la situazione di emergenza legata a Covid19 si sarà alleviata, il servizio di consegna continuerà a consentire ai cittadini di Wil di fare acquisti convenienti e senza auto nei negozi locali. L'app è attualmente in fase di sviluppo e il lancio è previsto per la primavera del 2021.
 
Piano d'emergenza per le biciclette - Bordeaux Métropole
 
Con la progressiva eliminazione del lockdown, si prevede un aumento del numero di utenti di biciclette. Per questo motivo Bordeaux Métropole ha sviluppato un piano di emergenza per le biciclette. L'Autorità locale ha colto l'opportunità della riduzione del traffico per migliorare le piste ciclabili esistenti e creare percorsi temporanei per autobus e piste ciclabili e anche per eliminare le interruzioni di queste piste.
 
Sono stati creati non meno di 78 km di nuove piste ciclabili, di cui 23 km nella città di Bordeaux - un risultato senza precedenti in termini di dimensioni e rapidità di sviluppo della mobilità. Ciò aumenterà in modo significativo la sicurezza nell'uso della bicicletta per la mobilità quotidiana e causerà congestioni nel traffico automobilistico, rendendo le auto meno attraenti in città.
Sono inoltre previste numerose altre azioni: 1000 nuovi parcheggi per biciclette, un forte aumento del numero di biciclette con assistenza elettrica, doppio budget per l'acquisto di nuove biciclette con assistenza elettrica, accettazione di nuove offerte private su aree estese, 1000 nuove biciclette messe a disposizione degli studenti, ecc.
 
E qualche spunto di riflessione: gli obiettivi del 20% di Bordeaux per il 2020 per la riduzione dei consumi energetici e delle emissione di gas clima alteranti sono stati avvicinati o addirittura raggiunti durante la chiusura di COVID-19! Questo dà un'idea dell'entità dello sforzo richiesto.
 
Soluzioni intelligenti per l'illuminazione pubblica a Cluj-Napoca
Durante la crisi di COVID-19, le città erano alla ricerca di soluzioni intelligenti che potessero essere trasportate a distanza per ridurre i consumi elettrici per l'illuminazione pubblica. L'illuminazione pubblica è stata progettata sulla base dell'ipotesi del flusso di traffico automobilistico più elevato, ma durante il lockdown il flusso è diminuito sensibilmente.
 
La città di Cluj-Napoca, che ha una gestione telematica dell'illuminazione pubblica sulla strada principale, basata sui bassi valori del flusso di traffico per auto e pedoni e sulla bassa luminosità ambientale, ha declassato le strade da M3 a M4, e questo ha portato ad una riduzione del consumo di energia del 33%.
 
La Newsletter CoME EASY viene diffusa circa due volte all'anno e fornisce informazioni sul progetto EU Horizon 2020 CoME EASY, gli strumenti CoME EASY e il loro sviluppo, nonché notizie e informazioni relative alle politiche energetiche e climatiche. Ricevete questa newsletter perché vi siete iscritti alla nostra mailing list attraverso il sito web di CoME EASY. Clicca su cancellati qui sotto se vuoi essere rimosso da questa mailing list. Il progetto CoME EASY ha ricevuto un finanziamento dal programma di ricerca e innovazione Horizon 2020 dell'Unione Europea nell'ambito dell'accordo di sovvenzione n. 785033.
 
Il documento può essere scaricato (in lingua inglese) da questa pagina.
Per abbonarsi alla Newsletter CoME EASY cliccare qui
OK I Cookies ci consentono di offrire il nostro migliore servizio. Continuando la navigazione nel sito, lei accetta l’uso dei cookies. Maggiori Informazioni