News

La prima struttura ricettiva certificata CasaClima Welcome in Valle d'Aosta: Firnelicht

firnelichtwelcome
Il 9 novembre 2023 è stata consegnata la targhetta CasaClima Welcome presso il Firnelicht – Chambres d'hotes e Spa, la prima struttura ricettiva della Valle d'Aosta a poter vantare questo sigillo di sostenibilità.
 
Siamo all'imbocco dell'abitato di Gressoney-Saint-Jean, 1400 metri sul livello del mare, qui è nato il Firnelicht, una piccola Chambres d'Hôtes con SPA, ispirata alle antiche costruzioni dei "walser".
L'edificio si sviluppa su tre livelli, articolati per inserirsi armoniosamente lungo il pendio del terreno. Al primo livello, interrato, sono organizzati i locali di servizio, quelli tecnologici e l'autorimessa. Il piano terra è destinato ad ospitare gli spazi di convivialità con bar, sala colazioni e soggiorno. Allo stesso livello, in posizione più riservata, si trova la SPA a cui è collegato il giardino esterno. L'ultimo livello è destinato alle camere.
 
All'interno dell'edificio i proprietari hanno voluto ricreare le vie di un villaggio che si snodano attorno ad un fienile, luogo di aggregazione, circondato dai vecchi Stadel: edifici rurali dell'architettura walser, che poggiano su colonne a forma di fungo con gambo in legno e cappello di pietra (per isolare il fienile dall’umidità e dai roditori), la cui struttura è realizzata in tronchi di larice con incastri a croce.
Nelle sei camere è riprosta l’atmosfera delle case e della vita di un tempo. I loro nomi, così come il nome della struttura, riprendono i titoli di alcune liriche di Conrad Ferdinand Meyer, poeta svizzero di fine Ottocento.
La forte connotazione territoriale ed identitaria voluta dai proprietari ha trovato risposta in un'attenta proposta architettonica ed in una progettazione esecutiva all'altezza dei parametri del protocollo CasaClima Welcome.
 
Il team di Nami&Orler workgroup ha curato l'ingegnerizzazione del progetto, con la progettazione di strutture&involucro e la consulenza energetica. Nella fase di cantierizzazione ha affiancato il committente e costruttore nella preventivazione, preparazione, ordine materiali e direzione lavori strutturale.
 
La struttura portante dell'edificio è realizzata interamente in legno di abete, con pannelli X-Lam. Le isolazioni termiche sono realizzate in lana di roccia. La presenza di alcuni locali riscaldati al piano interrato, con struttura in c.a., ha reso necessaria una progettazione di dettaglio particolarmente impegnativa: tutti i nodi costruttivi sono stati verificati con analisi FEM, facendo ricorso ad isolazioni sotto platea in XPS ed incamiciamenti delle strutture comunicanti con i locali freddi.
 
Il fabbisogno energetico è coperto con un impianto a biomassa costituito da 2 caldaie a pellet in serie, con potenza 100 kW ciascuna ed accumulo in centrale termica di 4.000 lt. .
Per garantire il ricambio d'aria costante nelle camere e negli spazi comuni sono stati installati dei sistemi di ventilazione meccanica controllata con recupero di calore, suddivisi per destinazione d'uso. L'illuminazione sia interna che esterna dell'edificio è realizzata con sole lampade a LED ad altissima efficienza energetica.
 
L'edificio ha raggiunto lo standard CasaClima A Nature, l'efficienza globale rientra in Classe Gold.
 
Per maggiori informazioni sul progetto si rimanda al prossimo numero della rivista CasaClima2gradi e al sito dedicato ai sigilli di sostenibilitá promossi dall’Agenzia CasaClima.
 
Nella foto consegna targa, da sinistra:
  • dr. Bruno Zorzi, consulente acustica
  • ing. Riccardo Nami, Nami&Orler | workgroup
  • ing. Anna Maria Atzeri, Agenzia CasaClima
  • Stephanie Praduroux, Silvia Signetto e Alessandro Busca, proprietari del Firnelicht
  • geom. Matteo Orler, Nami&Orler | workgroup