News

EUSALP - Creazione di un osservatorio sull’energia per l‘arco alpino

EUSALP – Neue Energiebeobachtungsstelle für den Alpenraum
Il 21 marzo si è svolta a Bolzano la 5a riunione del gruppo d’azione 9 di EUSALP. Durante il workshop nelle sale dell’Agenzia CasaClima esperti provenienti da tutto l’arco alpino hanno elaborato le basi per la creazione di un osservatorio alpino per la transizione energetica. 

L’arco alpino ha tutte le carte in regola per diventare una regione modello a livello europeo nel campo dell’efficienza energetica e delle energie rinnovabili. Per raggiungere questo obiettivo bisogna formulare strategie energetiche transfrontaliere, implementare misure adeguate e verificarne regolarmente l’efficacia.
Per i decisori a tutti i livelli è in questo contesto fondamentale poter disporre di dati affidabili sul consumo e la produzione di energia e la loro composizione. Questo include anche le informazioni su potenziali ancora da esplorare nei settori dell’efficienza energetica e delle energie rinnovabili.
A sostegno di una politica energetica sovraregionale per lo spazio alpino con la creazione di un osservatorio sull’energia si intende mettere in rete una serie di attori e esperti dediti alla rilevazione e la standardizzazione sistematica, nonché all’interpretazione dei dati.
Il primo passo è stato un workshop organizzato dal gruppo d’azione 9 sotto la guida del Direttore dell’Agenzia CasaClima, Ulrich Santa, e rappresentanti dell’Agenzia per l’Ambiente e l’Energia delle regione francese Auvergne-Rhône-Alpes  con esperti provenienti dalle regioni alpine e dal JRC, il Centro Comune comune di Ricerca della Commissione Europea.

Primo rilevamento alpino di dati energetici
Durante questo incontro sono stati presentati anche i risultati dell‘“EUSALP Energy Survey 2017“. Questa indagine è stata commissionata dal gruppo d’azione 9 e svolta da EURAC Research. Si tratta della prima rilevazione completa di dati energetici a livello regionale in tutto l’arco alpino. Lo studio offre un interessante sguardo sul bilancio energetico delle regioni delle Alpi. Si può constatare che sul territorio dell’EUSALP emergono consumi energetici maggiori rispetto alla media europea, anche per l’alta densità abitativa (in rapporto all’insediamento permanente) e gli importanti centri economici come per esempio in Lombardia e nel meridione della Germania. Il consumo pro capite di energia è leggermente superiore, mentre l’intensità energetica rispetto al prodotto interno lordo è inferiore al resto d’Europa. Per quanto riguarda la copertura da fonti rinnovabili lo spazio alpino fa rilevare prestazioni migliori nel confronto con la media dei 28. Nel settore del riscaldamento la proporzione del 21% è leggermente superiore, mentre la produzione è coperta al 40% da fonti rinnovabili, soprattutto per l’apporto dell’idroelettrico. Complessivamente lo spazio alpino riesce a coprire il suo fabbisogno quasi del tutto con produzioni proprie e deve importare solo il 3%.
 
EUSALP
La macroregione delle Alpi (EUSALP) comprende 7 stati (Germania, Austria, Svizzera, Liechtenstein,Francia, Italia e Slovenia) e 48 regioni, dove vivono circa 77 milioni di persone.
 
OK I Cookies ci consentono di offrire il nostro migliore servizio. Continuando la navigazione nel sito, lei accetta l’uso dei cookies. Maggiori Informazioni