Diese Tags sind momentan an die Seite vergeben
- Energiespartipps - - Heizen -

Riscaldamento Efficiente

… e comunque confortevole

La maggior parte delle abitazioni in cui viviamo sono state costruite in tempi in cui le esigenze in termini di comfort ed efficienza energetica erano ben diverse. In confronto con una moderna CasaClima, gli edifici più vecchi consumano molto di più, fornendo inoltre un livello di comfort piuttosto modesto. Oggi esistono anche per le vecchie costruzioni valide strategie d’intervento che permettono di ridurre i consumi energetici, risparmiando denaro e contribuendo concretamente alla difesa del clima. Ovvio che a queste soluzioni è affidato anche l’onere di garantirci un clima abitativo sano e confortevole. Le possibilità di risparmio sono quanto mai varie e vanno dalla corretta regolazione termica, alla sostituzione delle finestre, fino al risanamento energetico dell’intero edificio.

Abbassare la temperatura

L’abbassamento della temperatura anche di un solo grado centigrado consente di risparmiare ben il 6% dell’energia richiesta per il funzionamento dell’impianto di riscaldamento. Nelle stanze non utilizzate, tuttavia, non si dovrebbe scendere mai sotto i 16°C, per evitare che l’umidità contenuta nell’aria si condensi sulle pareti più fredde. Nelle ore notturne o in quelle in cui si resta fuori casa è bene abbassare la temperatura di qualche grado e in caso di assenza prolungata abbassarla ulteriormente.

Isolare porte e finestre

Le porte e finestre che non chiudono bene o lasciano passare gli spifferi sono spesso la causa di elevati consumi. Una soluzione conveniente per risparmiare sulle spese di riscaldamento può essere quella di isolare gli infissi con guarnizioni elastiche, acquistabili a buon prezzo in qualsiasi magazzino per “fai da te”.

Coibentare tubi e accumulatore termico

Negli impianti di riscaldamento centralizzato è indispensabile evitare dispersioni di calore attraverso una buona coibentazione delle tubature e dell’accumulatore termico.

Non coprire i radiatori

È buona norma non coprirli con mobili, tendaggi o rivestimenti per evitare ristagni di calore localizzato e permettere una temperatura più omogenea nella stanza.

Chiudere le porte

Tenere chiuse le porte di accesso ad ambienti non riscaldati o poco riscaldati per evitare fuoriuscite di calore.

Sfiatare i termosifoni

Quando i caloriferi non riscaldano più correttamente, malgrado i termostati siano al massimo, la causa potrebbe essere la presenza di aria nelle tubature che impedisce il corretto riempimento di acqua calda. Per ripristinare un funzionamento efficiente è bene far fuoriuscire l’aria dai radiatori.

Sostituire la pompa

Le pompe di circolazione responsabili della distribuzione del calore, datate e non più efficienti, andrebbero sostituite con pompe moderne ad alta efficienza. Quelle di nuova tecnologia sono in grado di adeguare la potenza all’effettivo bisogno termico e di ridurre i consumi di corrente elettrica fino all’80% rispetto ai modelli più vecchi.

Bilanciamento Idraulico

Questo sistema assicura che attraverso una corretta portata tutti i radiatori riescano ad erogare il calore ideale a raggiungere la temperatura ambiente programmata. Il bilanciamento idraulico garantisce nei termosifoni anche un’omogenea temperatura dell’acqua di ritorno e consente di evitare una frequente e poco efficiente attivazione dell’impianto. Nelle caldaie a condensazione le basse temperature di ritorno sono anche il presupposto per il corretto funzionamento della caldaia a condensazione.

Valvole termostatiche

Usate sui caloriferi o sul riscaldamento radiante servono a regolare il flusso d’acqua calda in base alla temperatura che si desidera raggiungere in un dato ambiente. In questo modo è possibile migliorare il comfort stabilizzando la temperatura a livelli diversi nei diversi locali a seconda delle necessità.
OK I Cookies ci consentono di offrire il nostro migliore servizio. Continuando la navigazione nel sito, lei accetta l’uso dei cookies. Maggiori Informazioni