Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

ProCasaClima 2013 calcola i livelli ottimali in funzione dei costi

ProCasaClima 2013 calcola i livelli ottimali in funzione dei costi
L’Agenzia CasaClima si inserisce operativamente nel quadro delineato dalla recente Direttiva Europea 2010/31/UE (anche conosciuta come “EPBD Recast”) che introduce il concetto di “Edifici ad energia quasi zero”.
ProCasaClima 2013 consente ora anche il calcolo dei livelli ottimali in funzione dei costi per la prestazione energetica degli edifici. Ne consegue la curva energia-costi, che assume il ruolo di nuovo e fondamentale indicatore per la corretta progettazione degli edifici.
L’obiettivo della metodologia di calcolo Cost Optimal è infatti quello di associare un valore di fabbisogno energetico e di costo globale a varianti tecnologiche dell’edificio, con lo scopo di:

• individuare la combinazione tecnologica ottimale, dove con ottimale si intende sostenibile non solo da un punto di vista energetico ed ambientale, ma anche economico;
• sviluppare un’analisi di sensitività su quelli che sono gli interventi che più incidono sia sulla prestazione energetica che sui costi dell’edificio;
• analizzare le fonti energetiche rinnovabili in termini anche di convenienza economica per la realizzazione di edifici ad energia quasi zero.
Per l’analisi Cost-Optimal l’Agenzia CasaClima segue lo schema metodologico fornito dalla rifusione della EPBD e dal successivo regolamento Delegato (UE) N. 244/2012 con le relative linee guida di accompagnamento.
ProCasaClima 2013 consente infatti il calcolo del fabbisogno energetico netto dell’edificio (energia utile), il calcolo dell’energia totale fornita all’edificio (energia finale) e quella eventualmente generata dall’edificio stesso, per giungere quindi alla valutazione dei costi di esercizio annuali per i principali usi energetici dell’edificio, ovvero riscaldamento, raffrescamento, acqua calda sanitaria, ventilazione ed illuminazione.
Come indicato dalla Direttiva Europea, per la valutazione economica viene utilizzato il valore attuale netto o NPV (Net Present Value), ricavato attraverso il metodo di calcolo dei costi globali descritto nella norma EN 15459. Il costo globale è determinato dalla somma:
• dei costi di investimento iniziali;
• dei costi annuali, al netto del valore finale di ciascun componente dell’edificio, che rappresenta il suo residuo valore di mercato alla fine del periodo di calcolo.

I costi di investimento includono le spese sostenute per l’efficientamento dell’involucro edilizio, degli impianti di riscaldamento, acqua calda sanitaria, raffrescamento, ventilazione ed illuminazione, per altri investimenti connessi all’energia (sistemi di ombreggiamento, automazione, ecc.) e per l’installazione di tutti i componenti.
I costi annuali comprendono i costi periodici di sostituzione di ciascun componente dell’edificio e i costi di esercizio, ovvero ispezioni, pulizia, riparazioni, manodopera, assicurazioni, tasse ed i costi per l’energia, al netto di eventuali guadagni derivanti dalla produzione di energia on site.
In accordo con il Regolamento Delegato (UE) N°244/2012 è possibile omettere sia i costi che rimangono uguali in tutte le misure prese in considerazione che quelli relativi agli elementi che non hanno alcuna influenza sulla prestazione energetica dell’edificio.
ProCasaClima 2013 diventa così ancora di più uno strumento di progettazione integrata, accorpando il calcolo dei fabbisogni energetici, con metodi sia stazionari che dinamici, con la valutazione della sostenibilità ambientale ed ora anche con quella economica dell’edificio.

Grazie ai numerosi feedback ricevuti, è stato possibile inserire nell’ultima versione (1.2) molte migliorie:
• possibilità di variare la temperatura interna estiva ed invernale, il valore degli apporti interni ed il tasso di ricambio orario, molto utile in destinazioni d’uso diverse dal residenziale e per edifici esistenti;
• è stato rielaborato il foglio per la valutazione dell’impatto idrico;
• è stato incrementato il numero degli ausiliari elettrici che è possibile inserire nel calcolo;
• è stato corretto il calcolo del fabbisogno per illuminazione;
• solar cooling: è stato corretto il grado di copertura ed il grafico del solare termico;
• simulazione dinamica: è stato migliorato l’interfaccia nel foglio “Riepilogo”;
• è stata lasciata la possibilità all’utente di cambiare il formato delle celle di inserimento dati per creare dei riferimenti personali.

Nota importante: ProCasaClima 2013 funziona sia con sistemi a 32 bit che 64 bit, ma nel caso di errori o malfunzionamenti con la versione a 64 bit è necessario utilizzarlo con quella a 32 bit. Microsoft consiglia comunque l’installazione di Excel 2013 con la versione a 32 bit.


[Download ProCasaClima 2013]


 
ProCasaClima 2013 calcola i livelli ottimali in funzione dei costi
 

 

Calendario Corsi CasaClima

 
Agenzia per l'Energia Alto Adige - CasaClima - Via Macello 30 C - I-39100 Bolzano - Alto Adige, Italia
Telefono 0471 06 21 40

www.agenziacasaclima.it
Part. IVA IT02818150217
© 2016 Agenzia per l'Energia Alto Adige - CasaClima Credits Cookie Privacy produced by Zeppelin Group – Internet Marketing
 
KlimaHaus CasaClima è un marchio registrato. Qualsiasi uso del marchio deve essere richiesto e approvato preventivamente a